Il Motoraduno segue il bel CIMATTI DAY che si è tenuto domenica 24 luglio presso gli impianti sportivi di Pioppe di Salvaro. Il raduno di moto d’epoca, denominato “Memorial Guido Scarani”, ha impegnato gli appassionati delle ‘due ruote d’epoca’ , oltre al motogiro di gruppo per le colline del territorio con sosta e visita alla Pieve di Roffeno, anche in una prova di regolarità cronometrata per moto d’epoca in ricordo dello pilota residente nel territorio. L’appuntamento è stato intitolato anche 1° Cimatti Day poiché finalizzato a far rivalutare e conoscere ai visitatori intervenuti i modelli in produzione nella fabbrica di cicli e motocicli, la CIMATTI appunto, che ha avuto sede operativa a Pioppe di Salvaro dal 1937 al 1984. L’evento è stato organizzato dalla Proloco di Pioppe di Salvaro in collaborazione con il Motoclub Etrusco Marzabotto ed il Motoclub Micro Bologna ed ha richiamato numerosissimi appassionati . La collaborazione degli organizzatori e dei partners ha inoltre permesso la raccolta e l’esposizione di molti dei modelli prodotti dalla Cimatti ma anche di numerosissimi cimeli, quali fotografie dell’epoca raffiguranti eventi agonistici che hanno interessato tali motociclette come anche l’utilizzo delle stesse per uso privato di persone del luogo, immagini di famiglia, divise da lavoro, tute da gara, locandine pubblicitarie, ecc. L’evento e le premiazioni hanno visto anche l’importante e gradita presenza e collaborazione della vedova Scarani ed anche del figlio del mitico Giancarlo Nanni, scomparso recentemente e della altrettanto mitica Lambretta “Ammiraglia” entrata nel guinnes dei primati nel 1987 per le migliaia di accessori installati, il quale ha gentilmente concesso l’esposizione del mezzo assolutamente unico.
A conclusione del riuscitissimo evento per gli appassionati di settore la Proloco di Pioppe di Salvaro ha preparato e servito un eccellente pranzo dimostrando un’efficienza ed una professionalità rare raccogliendo la piena soddisfazione di tutti i presenti.
Anche il Motoclub Etrusco Marzabotto ha mostrato piena soddisfazione per la riuscita dell’evento lasciando intendere la volontà di promuovere e far crescere sempre più questo appuntamento anche provando a ricostruire un Registro Storico della Cimatti raccogliendo materiali, oggetti ed anche testimonianze di coloro che hanno fisicamente operato all’interno della fabbrica nei suoi anni di attività, missione difficoltosa e molto impegnativa ma di sicura importanza per la salvaguardia della memoria di una realtà così importante per il passato del territorio.

Articolo–> Gianluca Monari – presidente motoclub Etrusco

0 82